30 mar 2013

In nome del Popolo Sovrano

Quindi, fatemi capire: la coalizione più votata, guidata dal segretario del partito più votato e scelto con primarie a doppio turno dopo essere stato scelto con primarie + congresso come segretario non ha la certezza matematica della maggioranza al Senato.

Per questo, si tiene il governo vecchio, cosa che va bene a tutti tranne che coloro i quali hanno votato la coalizione più votata guidata dal segretario del partito più votato e che ha la maggioranza assoluta alla Camera e relativa al Senato.

Ora, se questa è democrazia, ditemelo voi.

Dal punto di vista formale, sotto segnalazione di mio padre, faccio notare:

Art. 61.
Le elezioni delle nuove Camere hanno luogo entro settanta giorni dalla fine delle precedenti. La prima riunione ha luogo non oltre il ventesimo giorno dalle elezioni.
Finché non siano riunite le nuove Camere sono prorogati i poteri delle precedenti.

Quindi, dacché le nuove camere si sono riunite, le precedenti hanno perso ogni potere.


Art. 94.
Il Governo deve avere la fiducia delle due Camere.
Ciascuna Camera accorda o revoca la fiducia mediante mozione motivata e votata per appello nominale.
Entro dieci giorni dalla sua formazione il Governo si presenta alle Camere per ottenerne la fiducia.
Il voto contrario di una o d'entrambe le Camere su una proposta del Governo non importa obbligo di dimissioni.
La mozione di sfiducia deve essere firmata da almeno un decimo dei componenti della Camera e non può essere messa in discussione prima di tre giorni dalla sua presentazione.


Non voglio fare il costituzionalista, non è il mio mestiere, io progetto radar. Ma siamo convinti che tenerci Monti sia costituzionale? E in questo caso, comunque, invito tutti i deputati e senatori a presentare una mozione di sfiducia. Allora tanto valeva dare l'incarico a Bersani e andare alla conta, e secondo me la maggioranza l'avrebbe avuta.