11 mar 2016

Sbanca la bufala 2 - Il meme colpisce ancora

Quante volte ti è capitato che il grillino di turno ti mettesse davanti un meme contenente un numero abnorme di fantomatici arrestati, condannati, indagati del PD?
Dopo qualche controllo, la verità è sempre un'altra, per cui a richiesta di qualche amico mi sono messo a controllarne alcuni.

Doverosa premessa

  1. Ricordo a tutti di verificare il significato di indagato, archiviato, rinviato a giudizio, imputato etc.
  2. Ricordo sempre che una persona, da articolo 27 della Costituzione, è innocente fino alla sentenza definitiva.
  3. Ricordo che qui nessuno difende i ladri: chi commette reati deve pagare la giusta pena e levarsi dalle palle. Qui si verificano eventuali bufale che girano in rete.
Oggi mi occupo di questa simpatica pic che è molto in voga in Twitter e Facebook.


Minchia che lista lunga, eh? Peccato che sia FALSA per buona parte.
Iniziamo con una nota di colore: compaiono Antonino Miceli e Nino Miceli, che sono evidentemente la stessa persona; ma si sa, tutto fa brodo per infangare il PD. Sempre per allungare la lista a caso, compare due volte Antonio Mumolo. Infine, compaiono Massimo Donzella (che peraltro è dell'UDC) e un fantomatico Massimo Donzelli, che non esiste. Questo già dovrebbe insospettire chi usa questa immagine in buona fede, ma si sa che chi usa quest'immagine rarissimamente è in buona fede.

Procediamo invece con la lista vera e propria, iniziando da chi non è membro del PD come Francantonio Genovese. Per lui e per:

  • Barracciu (dimessa, rinviata a giudizio)
  • De Filippo (restituito spese in eccesso)
  • Richetti (assolto)
  • Valentini (indagata)
  • Scalia (indagato)
  • Moscardelli (indagato)
  • Lucherini (indagato)
  • Astorre (indagato)
  • Di Stefano (indagato)
  • Cucca (archiviato)
  • Fadda (archiviato)
  • Faraone (archiviato)
  • Bragantini (indagata)
rimando al post "Sbanca la bufala: si parte!" per le fonti.

Vediamo gli "indagati di giornata", dunque.

Fausto Sacchelli: EX dipendente del PD, non un politico, non un amministratore dunque, e per giunta licenziato. Per cui questa è peggio che FALSA, è una cosa in parte vera ma riportata in modo malandrino (fonte). 

Raffaella Paita: è indagata in quanto assessore del comune di Genova quando ci fu l'alluvione in cui ahimé perse la vita un signore. Secondo i PM, il fatto che Paita non abbia dato l'allerta configurerebbe omicidio colposo. Si tratta dunque di atto compiuto nell'esercizio delle sue funzioni di assessore. Comunque, è vera (fonte).

Vincenzo De Luca: assolto in appello "perché il fatto non sussiste". L'accusa era peraltro relativa alla nomina di un project manager, quindi altro atto compiuto nell'esercizio delle sue funzioni. In ogni caso è FALSA (fonte).

Antonio Pozziello: innanzi tutto si chiama Poziello (...). In secondo luogo, è rinviato a giudizio, quindi è vera (fonte).

Guido Improta: non è mai stato indagato, quindi è decisamente FALSA (fonte).

Vincenzo Strazzullo: indagato, quindi vera (fonte). La Procura ha chiesto una proroga di sei mesi delle indagini preliminari, ovvero allo stato attuale non ha prove per chiedere il rinvio a giudizio, aspettiamo fiduciosi che la Procura faccia il suo dovere, entro il 16 maggio 2016 dovrà decidere se archiviare o rinviare a giudizio (fonte).

Uguale fonte e situazione per Antonello Cozzolino e Pasquale Romano. Nel frattempo nessuno di loro ricopre cariche pubbliche, per quanto mi risulta (correzioni, corredate di prove, benvenute).

Sergio Povia: indagato, quasi vero; si è dimesso ed è sospeso dal PD (fonte).

Giosi Ferrandino: indagato, quasi vero: è sospeso dal PD (fonte). Si noti che su come la Procura di Napoli ha agito, il CSM ha aperto un'inchiesta interna, perché gli altri indagati della stessa inchiesta non hanno subito trattamento pari al suo (secondo il Tribunale del Riesame di Napoli). 

Michele Boffa: rinviato a giudizio, quindi vero (fonte).
Stessa fonte per Antonino Miceli (e anche per il suo sosia/doppleganger Nino Miceli...), Mario Amelotti

Stessa fonte anche per Renzo Guccinelli, che è stato archiviato e dunque è FALSO.

Sempre stessa fonte anche per Massimo Donzella, anche lui rinviato a giudizio. C'è solo un particolare: è dell'UDC, non del PD, quindi FALSA.

Mirco Ricci: avrebbe messo in nota spese ben 21.71 € di spesa (fonte). Minchia. Comunque, è stato rinviato a giudizio, conta come vera (fonte).

Renato Soru: assolto con formula piena, quindi FALSA (fonte).

Nino De Gaetano: indagato, dimesso e sospeso, quasi vero (fonte)

Domenico Ferraiuolo: imputato, dimesso e sospeso, quasi vero (fonte).

Pasquale Ventura: archiviato, quindi FALSO (fonte). Nel frattempo hanno provato ad ucciderlo, segno che magari qualcuno lo aveva tirato in mezzo a delle indagini per intimidirlo (fonte).

Massimo D'Avolio: indagato per atto compiuto nell'esercizio delle sue funzioni, ma comunque vero (fonte).

Mirko Coratti: indagato, dimesso e sospeso dal PD, quindi quasi vero (fonte). Nel frattempo ignoti lo intimidiscono con attentati incendiari (fonte). Stessa fonte e situazione (dimessi e sospesi) per Daniele Ozzimo e Eugenio Patanè. Ozzimo è stato assolto da parte delle accuse, condannato per altra parte (fonte). Patanè non è stato ancora rinviato a giudizio, invece (fonte).

Giorgio Orsoni: non è del PD (fonte), ha patteggiato e si è dimesso e ritirato a vita privata, quindi FALSO.

Michele Mognato: archiviato, quindi FALSO (fonte). Stessa sorte (e stessa fonte) per Davide Zoggia, che risulta dunque un altro FALSO

Davide Gariglio: assolto perchè il fatto non sussiste (fonte) quindi FALSO. Nella stessa fonte il FALSO su Aldo Reschigna, anche lui assolto con formula piena insieme ad altri non citati dalla pic.

Antonio Mumolo, quello messo due volte, è due volte FALSO: è stato archiviato (fonte).

Luciano Vecchi: è... MORTO. Non credo servano altri commenti (fonte).

Daniele Manca: archiviato, quindi FALSO (fonte).

Marco Monari: rinviato a giudizio, dimesso e sospeso quindi quasi vero (fonte). Stessa fonte e situazione per Beppe Pagani.

Francesco Comi: archiviato, quindi FALSO (fonte). 

Paolo Petrini: indagato per aver messo tra le spese per politica il libro Organizzare l'altruismo, ricchi e poveri: scommessa sulla decrescita (fonte). Comunque vero, per ridicolo che sia.

Michelangelo Mirabello: imputato in quanto ex componente del CdA della Proserpina spa nel momento in cui fallì, quindi vero (fonte)

Demetrio Naccari Carlizzi: imputato, quindi vero (fonte)

Franco Rinaldi: è andato via in Forza Italia insieme al suo capo-bastone Genovese (fonte) quindi FALSO.

Rocco Fiore: indagato, dimesso e sospeso quindi quasi vero (fonte).

Mimmo Consales: sospeso già dal 2012, ora espulso e non può usare il simbolo PD (fonte) quindi FALSO.

Baldo Gucciardi: per atto compiuto nell'esercizio delle sue funzioni, ma comunque vero (fonte).

Antonello Cracolici: archiviato, quindi FALSO (fonte)

Samuele Zerbini: indagato, vero (fonte).

Raimondo Donzel: assolto, quindi FALSO (fonte). Stessa fonte e stessa situazione per Carmela Fontana e Giovanni Sandri.

Conclusione: la lista riporta ben 64 - sessantaquattro voci; come abbiamo visto, già di queste 64, tre sono nomi ripetuti due volte. Le voci FALSE sono ben 26, ovvero più di una su tre; già rispetto alla scorsa volta si migliora. Un lettore attento potrà notare che non c'è nessun condannato definitivo né in primo grado e pochi rinviati a giudizio.

Infine, la cosa più importante di tutte: come dimostrano casi eclatanti come De Luca, Penati, Errani, Bonaccini, Richetti, indagato (e.g. Bonaccini) non significa colpevole, imputato (e.g. Richetti, Penati) non significa colpevole e neanche condannato in primo grado (e.g. Errani, DeLuca) significa colpevole.

Aggiungo una considerazione personale: la Costituzione protegge i parlamentari e i membri del Governo dall'essere accusati per gli atti compiuti nell'esercizio delle proprie funzioni. Ad oggi, purtroppo, ciò non è esteso agli amministratori, e dato che ora hanno poteri non semplicemente amministrativi ma fanno vere e proprie leggi (le leggi regionali, ad esempio) si dovrebbe ragionare su ciò.
Cosa vuol dire? Vuol dire che se un legislatore o un organo di governo fa un atto contrario alla legge, devono essere gli elettori a decidere.

In attesa della prossima bufala, saluto.