15 set 2014

Dell'abbattimento dell'orsa Daniza e dell'indignazione al tempo dei social network

Prima di iniziare, mettiamo le cose in chiaro

Sono ecologista
Amo gli animali
Mi sono molto rattristato per il fatto che l'orsa Daniza sia morta
Non sono vegetariano, e penso che mangiarlo sia l'unico motivo valido per uccidere un animale.

Ma questo post, che prende spunto dalla triste vicenda trentina, non parla di animali e animalisti. Quello è solo il caso di studio, la mia intenzione è allargare l'osservazione ad altri casi.

Il punto è eminentemente raccolto in questo tweet, e siccome chi lo ha scritto è una brava persona e siccome non mi piace additare la gente, tolgo i nomi di chi lo ha scritto e di chi lo ha ricevuto.


Le "manifestazioni" per Daniza non sono finite. Controlla quanti tweet ha.

Manifestazioni.

Tweet.

Manifestazioni.

Tweet.

Non c'è un cazzo da fare, qualcosa non mi torna. Non vorremo mica credere davvero che twittare le proprie opinioni possa essere qualcosa di minimamente comparabile ad una manifestazione? Questo pensare, evidentemente più diffuso di quanto io pensi, è correlato al problema dell'indignazione facile ai tempi dei social network.

Anni fa, se volevi dimostrare la tua opinione, dovevi prendere armi e bagagli, prepararti per tempo, chiedere e ottenere le autorizzazioni, magari prendere un giorno di ferie togliendolo alla tua famiglia, prendere l'auto, il treno o un mezzo di trasporto, organizzarti con altre persone e poi andare a Roma o in un luogo reputato utile alla protesta, parlare con i rappresentanti delle forze dell'ordine, sistemare un corteo, fare uno o più discorsi conclusivi della manifestazione.

Qual è il punto? Che qualsiasi protesta prefigurava una rinuncia, come minimo a una giornata di svago, dunque chi ti guardava, comunque la pensasse doveva ammettere che anche se per la cosa più sbagliata delle persone avevano rinunciato a qualcosa pur di andare e farsi vedere per un preciso obiettivo.

E dunque oggi, crede davvero qualcuno che indignarsi via tweet sia una manifestazione? Eh no belli miei, schiodate il culo dal pc e rinunciate a qualcosa, altrimenti non vi caco di striscio.

Perchè la favola di Pierino e il lupo è sempre valida. Più ci si indigna per tutto, più l'indignazione si inflaziona e non conta nulla. E l'indignazione è una cosa importante, non mi va che si inflazioni.

Indivanados di tutto il mondo, unitevi, ma porco di un cane schiodate il culo dal divano se volete esser presi sul serio!