26 ago 2013

Quando si dice gente seria e preparata

Il capogruppo PDL in commissione Giustizia della Camera, dep. Enrico Costa, dichiara:

Il decreto legislativo su incompatibilità e incandidabilità, ormai noto come Legge Severino, "è stato costruito a tavolino dal Pd e dal Governo Monti contro Berlusconi".

(Fonte: ANSA)

Ricordiamo, a chi di corta memoria, che il ddl cosiddetto Anti-corruzione fu votato alla Camera per il sì definitivo dopo il passaggio al Senato, con i seguenti numeri:

 presenti 524
favorevoli 480
contrari 19
astenuti 25

Tra gli autori del provvedimento l'attuale vicepresidente del Consiglio dei Ministri con delega agli Interni nonché segretario politico del PDL dep. Angelino Alfano. Le dichiarazioni di voto:

PDL: favorevole
PD: favorevole
Lega: favorevole
IDV: contraria
UDC: favorevole
FLI: favorevole
Rimasuglie varie non riportate (fonte: Sole 24 ore).

Dai numeri si evince chiaramente che i contrari sono in pratica tutti e soli i deputati IDV, gli astenuti non so, probabilmente almeno una decina del PDL (si erano astenuti sulla fiducia allo stesso ddl).

Ora, supponiamo, per un attimo, che il dep. Costa dica il vero [1].
Il ddl è stato votato alla Camera e al Senato dal PDL.

Mi permetto dunque di rivolgere una semplice domanda a chi, alle scorse elezioni del 24-25 febbraio ha votato per il PDL, e ancora di più a chi ha votato le liste satellite del PDL che non sono arrivate in parlamento e dunque i cui voti sono di fatto diventati deputati PDL attraverso lo scabroso meccanismo al secolo noto come Porcellum:

Ma voi avete veramente dato il vostro voto a gente che vota una legge senza nemmeno averla letta? Non vi sembra di aver sbagliato qualcosa?

Cordiali saluti. 

_______________________________________________
[1] in effetti il fatto che una legge anti-corruzione non sia farina del sacco del PDL è ipotesi tutt'altro che inverosimile.